Due sono i premi vinti in questo fine d'anno scolastico dall'Istituto Comprensivo "S. Francesco da Paola" di Genova,

riconducibili entrambi ad un unico progetto realizzato nella scuola secondaria di I grado “N. Bixio” di Via San Marino con le alunne della classe III B. Il primo premio per importanza è un riconoscimento a livello nazionale, “Dance&LumineScience”, 1° Premio Abbado-Abbiati, categoria 2.A (creatività); il secondo premio, a livello regionale, è "New Music for Old Movie", Premio A.I.C.A. "Progetti digitali" per l'a. s. 2017/18, ex-aequo con I.C. Terralba di Genova, categoria scuola secondaria di I grado. 

 

Il progetto è stato svolto nell'ambito dell'attività di Potenziamento "InfoMusicLab" tenuto dal Prof. Rinaldo Marti, in accordo con la docente di Lettere Prof.ssa Maria Luisa Bessero. 

Alla richiesta di commentare il lavoro svolto e gli esiti conseguiti, il professore ha dichiarato:

"Il progetto appena conclusosi è riuscito grazie ad un equilibrio di forze rivelatesi mature e pronte per essere messe in gioco: da un lato, l'eccellenza di queste alunne, caratterizzate da tanta voglia di fare e di esprimersi in un contesto laboratoriale che premiasse le loro qualità intellettive e motorie;

 

 

dall'altro, la mia formazione e le mie competenze maturate nelle tecnologie musicali e nella musica applicata ad altre discipline espressive, cinema e danza comprese. La sinergia che ne è scaturita ha portato alla realizzazione di due prodotti audiovisivi che sono stati oggetto di premiazione. 

Il più breve mostra alcune alunne cimentarsi nell'uso di due armoniche a calice per comporre, collettivamente e in forma sperimentale, una colonna sonora per un cortometraggio muto dei fratelli Lumiére intitolato "Danse Serpentine". 

Il più lungo, della durata di 15', ha compreso anche un balletto "fluo" creato completamente dalle alunne, sia nella musica sia nella coreografia. Il tutto, sempre col tramite delle tecnologie elettroniche, sia analogiche sia digitali, che le stesse alunne, dividendosi nei diversi ruoli, hanno vantato di avere impiegato proponendone una presentazione dimostrativa contenuta nei due audiovisivi stessi."

 

Il progetto di invenzione musicale analogico-digitale, prodotta in tempo reale e applicata alla sperimentazione coreutica a partire dalla figura storica di Loie Fuller e dalla sua ricerca sulla luminescenza, valorizza le competenze delle alunne e, di fatto, le eccellenze. 

Strutturalmente il progetto si è articolato in due fasi: la prima, finalizzata alla generazione di una musica d'accompagnamento al corto dei fratelli Lumiére, è il contenuto dell'audiovisivo breve ("New Music for Old Movie"), mentre la seconda, prendendo spunto dalla fantasia e dalle sperimentazioni sulla luminescenza della coreografa protagonista, aggiunge l'invenzione di una coreografia architettata e realizzata da sei alunne e di una loro musica di gusto moderno fruibile nell'elaborato finale (“Dance&LumineScience”). 

 

Alla domanda rivolta al Prof. Marti verso quale genere musicale ci si fosse orientati per il progetto, la risposta è stata "quella che meglio potesse accompagnare le coreografie nelle due fasi del laboratorio, secondo il gusto "risultante" delle alunne che hanno saputo collaborare intensamente per sfruttare i mezzi strumentali messi a loro disposizione, dalle armoniche a calici, per la musica più eterea, all'uso di mixer, microfoni e PC per la creazione in real time di Musica Elettronica."

Il 1° Premio Abbado-Abbiati è stato ritirato a Fiesole (FI) il 21 giugno ultimo scorso.

 

IL FILMATO